MEDIA ROOM

Archivio News

Iscriviti alla nostra newsletter!



TORNA ALL'ELENCO DELLE NEWS
13 GENNAIO 2017
Tags: tas

IL 2016 PER TAS GROUP: L’ ANNO DELLA SVOLTA


Il 2016 è stato un anno all’insegna del rinnovamento e dei traguardi per TAS, non solo in termini di afferm
azione delle soluzioni proposte al mercato, ma anche di trasformazione e rilancio strategico del gruppo grazie alla nuova governance perfezionatasi ad agosto, che apre a nuovi investimenti e nuovi mercati per affrontare un futuro di grandi cambiamenti.

 

L’anno appena conclusosi si è aperto in netta ascesa per l’area e-Money di TAS Group. Tra Gennaio e Marzo, sempre più clienti scelgono le soluzioni TAS per il 3DSecure e per la tokenizzazione, nell’intento di proteggere i dati sensibili dei propri clienti ed ottemperare ai requisiti PCI anche in seguito a forte aumento delle transazioni effettuate sui canali web e mobile, oltre che sul canale tradizionale.  TAS investe anche sulla dematerializzazione dei processi bancari, mettendo a punto clSecurPIN per la gestione del PIN digitale, soluzione adottata nel corso dell’anno da BNL, primo istituto in Italia ad attivare il codice PIN in modalità totalmente elettronica. Successi anche in tema ATM: a Marzo CSE si aggiunge a IntesaSanPaolo e Phoenix nella scelta dell’applicazione TAS per la revisione e l’ampliamento della gestione dei terminali ATM, grazie alle caratteristiche particolarmente efficaci e innovative che agevolano l’introduzione di funzionalità evolute sugli ATM di ultima generazione presso le filiali bancarie.

 

Marzo è anche il mese della ricerca: grazie alla pluriennale esperienza ed alla vasta attività di studio condotta in collaborazione con il CeTIF  sugli impatti di T2S sulla gestione della liquidità, TAS Group completa il rilascio del nuovo componente Aquarius Intraday Liquidity e conduce una serie di webinar a livello internazionale, in collaborazione con Bobsguide e GT News, per illustrare i requisiti di reporting della BCBS 248 in preparazione  alla scadenza di Gennaio 2017 che impone alle Banche di implementare strumenti di monitoraggio della liquidità infragiornaliera.  La collaborazione con il CeTIF si estende anche all’area dei pagamenti SEPA e si riflette nella pubblicazione del rapporto finale della ricerca sui risultati, i punti ancora aperti e le opportunità introdotto dalla PSD2.

 

Ad Aprile TAS festeggia il primo grande riconoscimento internazionale dell’anno: la prestigiosa rivista americana CIO Review classifica TAS Group tra le 20 aziende Fintech più promettenti per il 2016 a livello world-wide, in virtù della qualità tecnologica delle soluzioni offerte e alla capacità di innovazione. Qualità riconosciute anche da IDC Financial Insights, che a Settembre riconferma per l’ottavo anno consecutivo TAS Group tra i primi 100 provider globali per il settore finanziario e da BAI ed American Banker che inseriscono TAS tra i TOP 100 vendor nel ranking FINTECH FORWARD 2016.

 

Tra Maggio e Giugno, la spinta verso i mercati esteri dà i suoi frutti con l’acquisizione di due nuove importanti referenze: Kenex in Africa (Kenya Commerce Exchange Service Bureau) che sceglie TAS FINPlatform per rendere più efficiente la propria infrastruttura di accesso a SWIFTNet per i propri 110 clienti bancari, e dwpbank in Germania, il principale operatore finanziario tedesco per servizi di regolamento titoli, che, con oltre 1500 banche aderenti,  sceglie la soluzione Aquarius di TAS Group come proprio sistema centrale di gestione della Liquidità. L’ingresso di Aquarius nel mercato dei servizi di Tesoreria e Post-Trading tedesco attira l’interesse di molteplici stakeholder istituzionali e commerciali in occasione dell’EBAday di inizi giugno a Milano, che vede TAS Group tra i Main Sponsor con un afflusso di visitatori oltre ogni aspettativa.

 

TAS continua ad investire sull’innovazione e a Giugno nasce EasyBranch, la nuova TAS Group venture dedicata alla Branch Transformation, annunciata a Londra in occasione del primario evento di settore ATMIA (ATM Industry Association) con la relativa suite di soluzioni scalabili e flessibili per il canale ATM destinate ad accelerare la capacità delle Banche nei processi di trasformazione delle proprie Filiali.

Sempre a Giugno si rafforza anche il ruolo di TAS “verso il Pubblico”, con l’avvio sul circuito pagoPA del primario Istituto di Pagamento PayTipper, grazie all’infrastruttura PayTAS già adottata da diverse Regioni italiane e da una delle realtà bancarie più avanzate nell’ambito della Tesoreria Enti.

 

Tra Giugno e Luglio TAS si aggiudica la market leadership anche in tema di Check Image Truncation, assicurandosi un ruolo centrale nei progetti di migrazione ai nuovi protocolli del progetto di Sistema grazie alla soluzione TAS Network Gateway. Si moltiplicano infatti i clienti che adottano TAS NG non solo per governare la CIT, bensì per avviare la necessaria razionalizzare e modernizzazione delle proprie infrastrutture di gestione della messaggistica di rete, stratificate nel tempo e inadatte ad evolvere ai ritmi della Digital Disruption che avanza.

 

Ad Agosto si perfeziona ufficialmente il progetto di Change Management del Gruppo, con l’acquisizione del controllo della società da parte di un club deal di rilevanti investitori, tra i quali il Presidente Dario Pardi e l’Amministratore Delegato Valentino Bravi, che garantiscono risorse finanziare e rinnovato impegno per il posizionamento strategico sui mercati già presidiati e su nuovi mercati target.

 

Il periodo Settembre-Novembre porta TAS Group alla ribalta sul palcoscenico di numerosi eventi internazionali, a partire dall’ Oracle Open World a San Francisco, dove si sono valorizzate le importanti conferme di mercato per dell’offering TAS extendERP basato sulla partnership strategica con il Vendor Californiano. Presenza di successo anche al SIBOS di Ginevra, seguito dal Salone dei Pagamenti ABI a Milano e da TrusTech a Cannes, eventi questi ultimi 2 ai quali esordisce la soluzione EasySelf della suite Easy Branch, composta sia da SW che da HW, per rispondere alle esigenze di maggiore automazione delle filiali, ma al tempo stesso anche di riduzione dei costi e dei rischi nella gestione dei contanti presso sportelli di cassa sia bancari che Retail. EasySelf si piazza tra i tre finalisti al Sesame Awards a Trustech, la competizione internazionale che premia ogni anno le soluzioni più innovative del mondo dei pagamenti.

 

A Novembre TASNCH Holding, la società controllante del Gruppo, diventa OWL, la nuova holding internazionale che detiene la maggioranza del capitale sociale di TAS. Il nome OWL viene ispirato dalla civetta di Minerva, raffigurata sulle prime monete dell’antica Grecia, a significare le radici storiche della società nel mondo dei pagamenti e delle transazioni di interscambio, e al tempo stesso la capacità di vedere ed anticipare l’evoluzione di mercato tramite innovazione e sperimentazione.

TAS Group presenta il proprio nuovo logo con successo al Salone dei Pagamenti ABI a Milano, accompagnato dallo slogan “Una FinTech Start-Up con 30 anni di storia” , slogan che sintetizza  il punto di arrivo e di ripartenza del processo di trasformazione del Gruppo, che fonda il proprio rilancio su tre pillar: Internazionalizzazione, ovvero crescita del portafoglio estero; Digital Software Factory, ossia focalizzazione assoluta sulla qualità del Software e soprattutto sull’impiego di tecnologie abilitanti la trasformazione digitale dei processi della clientela; Allargamento dell’offerta oltre l’ambito di competenza tradizionale, per dare risposte a mercati sinora indirizzati solo marginalmente dal Gruppo, come quello Corporate, divenuto ora strategico grazie alle spinte dei regolatori europei ed extra-europei orientate ad abbattere vincoli di mercato per liberare competitività virtuosa a beneficio degli utilizzatori finali.

 

Dicembre celebra infine l’ingresso di TAS Group nella rosa dei Vendor di soluzioni di ambito Payment Hub, grazie agli sviluppi ultimati sul TAS Network Gateway for Instant Payments, che ampliano il perimetro di copertura funzionale e tecnologica della tradizionale connettività offerta dal prodotto, per accompagnare le Banche nel percorso di superamento delle ampie limitazioni dei legacy e per abbracciare la logica 24x7x365 richiesta per interfacciare le infrastrutture centrali di mercato previste in Go Live entro fine 2017.

Quanto riepilogato in questa edizione è solo una piccola selezione dei molteplici successi raccolti da TAS Group nel corso dell’anno, come testimoniano le tante novità consultabili nella nostra Media Room . Non c’è da sorprendersi dunque se nel contempo il titolo TAS mette a segno una performance da record a Piazza Affari, chiudendo l’anno al primo posto della classifica dei titoli che hanno guadagnato i maggiori rialzi, con un +242%!

…e l’innovazione continua…