Iscriviti alla nostra newsletter!



Archivio News

TORNA ALL'ELENCO DELLE NEWS
Comunicato Stampa - 30 MAGGIO 2019
Tags: cashless, Comunicato Stampa

Iccrea Banca sceglie TAS Group e adotta la soluzione Fraud Protect con tecnologie avanzate di Machine Learning per combattere le frodi ai sensi della PSD2

Roma, 30 maggio 2019 – Al termine di un processo di valutazione formale di soluzioni applicative per gli adempimenti previsti dalla direttiva europea PSD2 per la sicurezza dei pagamenti elettronici, Iccrea Banca ha scelto Fraud Protect, la piattaforma TAS di riferimento per il mercato della monetica e dei pagamenti, di recente evoluta ed arricchita con le tecnologie di Machine Learning di ultima generazione. Fraud Protect rappresenta un asset distintivo a disposizione dei Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) per diminuire il rischio frodi senza penalizzare l’esecuzione di transazioni di pagamento frictionless che migliorano la customer experience

L’elemento cruciale su cui poggia questo bilanciamento è la Transaction Risk Analysis, introdotta dal Regolamento Delegato (UE) 2018/389 del 27 novembre 2017, integrativo della PSD2. In esso è definito l’obbligo dellautenticazione forte del cliente nelle operazioni di pagamento elettronico a distanza, eccetto in specifici casi, che tuttavia richiedono evidenza che il PSP abbia sotto controllo il proprio processo di analisi del rischio e vanti un tasso di frodi accertate o sospette al di sotto di un determinato valore.

I meccanismi di monitoraggio delle operazioni da adottare secondo la normativa devono consentire al PSP di rilevare tutte le transazioni, siano esse legittime o fraudolente e/o non autorizzate.

Iccrea Banca ha individuato nella soluzione Fraud Protect di TAS Group la piattaforma più adatta a implementare le funzioni di analisi, prevenzione e monitoraggio della propria infrastruttura di pagamento in conformità con quanto richiesto dal regolamento. Soluzione che, grazie alla disponibilità delle più avanzate tecniche di Machine Learning, estende ed assicura rigorosi standard di sicurezza e garanzia per i propri Clienti.

Il progetto di integrazione, che si concluderà entro il 2019, consentirà ad Iccrea di disporre di una soluzione tecnologica all’avanguardia in grado di monitorare, in tempo reale, tutti i tentativi di accesso e le transazioni di pagamento effettuate a distanza dalla clientela, indipendentemente dal canale e dallo strumento utilizzato, storicizzando e catalogando contestualmente le informazioni di dettaglio sulle operazioni al fine di individuare pattern fraudolenti e produrre report e statistiche ad uso interno ed esterno.

Il perimetro di applicazione della soluzione riguarderà i portali web di Iccrea e le relative mobile APP, dai quali la clientela può disporre SCT oppure eseguire un bonifico addebitando una carta, il monitoraggio e la fraud prevention sui pagamenti con carte emesse da Iccrea e il monitoraggio e la fraud prevention sulle transazioni da POS fisici e virtuali e da ATM, per un volume complessivo di oltre 70 milioni di accessi e oltre 130 milioni di transazioni all’anno.

“L’innovazione digitale ha aperto al settore finanziario straordinarie opportunità di crescita. Nell’epoca dell’open banking interpretare e gestire la sicurezza in maniera strategica verso i nostri clienti è un mandato che assumiamo con grande senso di responsabilità. Abbiamo scelto di collaborare con TAS Group per questo importante progetto sia in virtù della sua affidabilità come partner, dimostrata nel corso di diversi progetti portati a termine in questi anni, sia per la qualità della soluzione di fraud management proposta, che riteniamo sia una delle più avanzate dal punto di vista tecnologico e delle performance tra quelle attualmente presenti sul mercato”. dichiara Andrea Coppini, Responsabile Divisione Digital Innovation e Multichannel  di Iccrea.

Massimiliano Quattrocchi, Direttore Global Payments Solutions di TAS Group, aggiunge: “Siamo molto soddisfatti della fiducia accordataci ancora una volta da Iccrea. Da anni investiamo sull’evoluzione dei sistemi di monitoraggio e prevenzione delle frodi e siamo orgogliosi di disporre ad oggi di una soluzione che copre tutti i canali di interazione tra i prestatori di servizi di pagamento e i consumatori e che, grazie anche all’integrazione di modelli evoluti di Machine Learning, consente di fornire risposte real time sulle situazioni potenzialmente a rischio, riducendo significativamente le casistiche di frode”.

 

 Scarica il comunicato stampa